Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Dove i profitti crescono alle stelle.

La potenza delle bioscienze in Austria - Life Science, salva vite e dà lavoro nella Repubblica alpina

Le cifre del settore però non mentono già da anni: ad oggi le bioscienze contano oltre 900 aziende che costituiscono una fetta considerevole dell'economia dell'Austria. Il 2017 ha registrato per la prima volta un fatturato da record di 22,4 miliardi pari ad una crescita del 17% rispetto all'ultima rilevazione del 2014. Inoltre, oltre 55.000 occupati e un incremento di occupazione del 7,4% rispetto al report precedente del 2014 fanno del settore un datore di lavoro rilevante per il Paese.

Un settore di punta in un ambiente d'eccellenza

L'Austria quale sede del settore si è rivelata uno dei protagonisti internazionali sia in termini scientifici che in termini economici, come confermato peraltro dalle cifre di raffronto provenienti dalla Germania. Nel 2017 le aziende austriache di biotecnologie hanno conseguito quasi il 60% di fatturato in più rispetto a 3 anni prima, mentre nel medesimo periodo in Germania il fatturato è cresciuto "soltanto" del 32%. Le aziende austriache di biotecnologie si rivelano particolarmente forti anche per quanto riguarda gli investimenti nella ricerca. In termini di popolazione, le aziende austriache del settore investono per ciascun abitante il 40% in più nella ricerca e sviluppo rispetto ai loro vicini tedeschi.

Inoltre esse praticano un'intensa attività di ricerca. Nel 2017 l'intero scomparto delle bioscienze ha investito oltre un miliardo di euro (1,25 miliardi), pari a quasi il 23% delle spese totali (5,46 miliardi di euro) per la ricerca aziendale in Austria (aws Life Science Report, 2018).

In un settore come quello delle bioscienze che pratica un'intensa attività di ricerca e i cui cicli produttivi risultano essere molto lunghi, sono necessarie delle misure statali di supporto soprattutto nelle fasi iniziali, onde evitare degli insuccessi sul mercato. Il boom di questo settore in Austria si basa fra l'altro su un terreno fertile creato già 20 anni fa grazie ai programmi di finanziamento pubblico. Uno dei programmi principali è l'aws LISA - Life Science Austria che offre alle startup austriache del settore un supporto su misura in ciascuna fase. Dal 1999 aws LISA Life Science ha finanziato oltre cento aziende nelle rispettive fasi iniziali stanziando più di 63 milioni di euro. Oltre agli incentivi finanziari come LISA Preseed e Seedfinancing – fino a 1 milione di euro – il programma aws LISA offre consulenza competente su misura e supporto nei piani di internazionalizzazione.

In Austria esistono comunque molte altre opportunità di supporto per le aziende di bioscienze. Il concorso internazionale di business plan aws BoB - Best of Biotech offre alle idee progettuali del settore che puntano a costituire delle imprese un valido strumento per essere implementate in modelli commerciali scalabili. Grazie soprattutto agli incubatori promossi dal programma aws AplusB-scale up, le startup del contesto accademico ottengono supporto nella fase iniziale dello sviluppo imprenditoriale. Durante le fasi di crescita le aziende di bioscienze beneficiano inoltre di finanziamenti grazie all'iniziativa aws Venture Capital, di fondi per neoimprenditori e PMI nonché di strumenti di garanzia e credito. L'offerta di stanziamenti è completata lungo l'intera catena di creazione del valore da servizi di consulenza e incentivi nel campo dei brevetti.

Oltre a tali misure specifiche, il presupposto più importante rimane la creazione di un contesto ottimale lungo l'intera catena di creazione del valore del settore delle bioscienze: vi fanno parte condizioni quadro eccellenti per una ricerca competitiva di punta presso università e istituti di ricerca extrauniversitari nonché l'efficiente supporto di talenti e imprenditori scientifici. In particolare, nel settore delle bioscienze il trasferimento di conoscenze scientifiche nella prima fase di R&S applicata costituisce una vera e propria sfida. Per tale motivo nel 2019 in Austria è stato istituito un Translational Research Centre per il trasferimento di idee promettenti dalla ricerca di base a prodotti candidati commercialmente utilizzabili.

Oltre a beneficiare delle iniziative finanziarie grazie ad uno stretto legame con la ricerca accademica, l'Austria quale sede delle bioscienze ha tratto vantaggio da un'eccellente pratica medica, esperti di fama internazionale e un vivace ambiente di startup. Rispetto a 5 anni fa, vi è quasi il 27% in più di aziende di bioscienze, di cui la maggioranza costituita da startup. Accanto al concreto supporto pubblico, è stato creato per le imprese innovative un contesto ideale che favorisce un efficiente trasferimento del know-how.

Come già citato, gli incentivi statali risultano importanti soprattutto nella fase iniziale della costituzione di un'azienda innovativa di bioscienze. L'Austria è dunque ben posizionata grazie alle misure di supporto di aws. Il programma aws LISA e i cinque cluster austriaci di bioscienze consentono di raggruppare tutti gli stakeholder principali del settore, gli istituti scientifici, le reti di startup, business angel, finanziatori di capitali di rischio, le borse, grandi imprese e istituti sanitari, assicurazioni e fornitori del settore. Questa fitta rete e i percorsi brevi rappresentano decisamente un grande vantaggio per il settore austriaco delle bioscienze. aws LISA è divenuta inoltre un marchio internazionale presente in tutto il mondo in fiere e conferenze di punta.

La digitalizzazione al servizio dell'innovazione

Al contempo la digitalizzazione è divenuta un importante promotore d'innovazione soprattutto nell'ambito della tecnica medicale. Non da ultimo, la crisi causata dal coronavirus ha accelerato il processo di digitalizzazione non solo nelle bioscienze. Già da anni si profilano tali sviluppi orientati verso applicazioni digitali; proprio nel settore della tecnica medicale, ad esempio, negli ultimi anni si è riscontrato un vero e proprio boom nelle applicazioni di e-health e telemedicina. Il 36% delle imprese opera già in questo ambito. La metà di tutte le nuove costituzioni degli ultimi tre anni riguarda il settore della digital health, la salute digitale.

Il rapido avanzamento del processo di digitalizzazione in tutti gli ambiti delle bioscienze schiude infinite opportunità. In futuro i programmi informatici definiti come algoritmi intelligenti contribuiranno sempre più a scegliere la giusta terapia, trattamento o medicazione per ciascun individuo. Si accumula il know-how di esperti di diversa provenienza che aiuta i medici a fare la "giusta scelta" sulla base di analisi di big data. Gli algoritmi auto-apprendenti aiutano ad analizzare le radiografie in maniera standard ed obiettiva entro una manciata di secondi. I software aiutano i medici nell'auscultazione dei pazienti. Le possibilità d'applicazione delle tecnologie digitali in ambito sanitario sono molteplici.

Negli ultimi anni il settore delle bioscienze in Austria è divenuto un importante protagonista del contesto concorrenziale mondiale. Non da ultimo, l'attuale pandemia consente alle startup innovative e ai ricercatori di questa branca economica di dimostrare le proprie competenze. Il futuro delle bioscienze in Austria si prospetta dunque ancora interessante e di grande successo.

Maggiori informazioni sul tema bioscienze in Austria.

Sonja Polan

International Marketing Life Science Austria

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

Danieli è presente in Austria con un centro logistico dedicato alla vendita dei ricambi e di servizio ai clienti che utilizzano impianti siderurgici. La prima ragione è stata quindi quella di posizionarci in un territorio geograficamente strategico in grado di servire meglio i mercati di lingua tedesca.

Danieli Service

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

Premio d’investimento COVID-19 per le imprese

Fin dall'inizio della pandemia Coronavirus, in Austria sono stati emanati provvedimenti di aiuto a favore delle aziende in difficoltà e dei tanti lavoratori autonomi o dipendenti che si erano trovati all'improvviso privi di reddito o in difficoltà. Recentemente, il governo austriaco ha presentato un ampio pacchetto di progetti di legge per promuovere l'economia dopo la crisi della COVID 19. Particolarmente degno di nota di nota è il premio d’investimento COVID-19 per le imprese: Per rafforzare la piazza economica austriaca, il governo federale ha deciso infatti un nuovo programma di promozione agli investimenti delle imprese per un valore complessivo di 3 miliardi di euro. Se necessario, questi fondi saranno ulteriormente ampliati.

L’Austria in transizione: perché a Vienna lo spazio dei data center è una merce ambita

Il mercato dei data center in Austria, in modo particolare a Vienna, è attualmente in rapida crescita. Nonostante l’attuale superficie totale di ben 5.600 m², il nostro data center Vienna 1 ha già raggiunto il suo limite di capacità. Numerosi clienti, esistenti e potenziali, aspettano con trepidazione l'espansione del centro dati.

Tutte le news tutti i post del blog