Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Economia dinamica.

Il natale in Austria: usi e costumi

L'Austria durante il periodo natalizio: usi e costumi che rendono il paese unico in inverno.

La stagione dell'Avvento è in pieno svolgimento e, anche se quest'anno è decisamente diversa dal solito, gli austriaci non si lasciano scoraggiare cercando di godersi il più possibile l'Avvento e il periodo natalizio, ovviamente nel rispetto di tutte le misure anti Covid-19.

 "Astro Del Ciel"

La canzone di Natale, uno dei maggiori successi austriaci, famosa e cantata in tutto il mondo e tradotta in ben 330 lingue, fu scritta nel 1816 come poesia e messaggio di pace da Joseph Mohr a Oberndorf, un paesino vicino a Salisburgo. Nel 1818 Franz Gruber compose la semplice ma orecchiabile melodia "Astro Del Ciel" che fu eseguita per la prima volta il 24 dicembre del 1818. Da Oberndorf ha poi conquistato tutta l'Austria e successivamente il mondo intero. Ancora oggi è un appuntamento fisso nelle case degli austriaci durante il periodo dell'Avvento e la si può ascoltare sia alla radio che ai mercatini di Natale.

I mercatini di Gesù Bambino

"I mercatini di Gesù Bambino", così l'Austria chiama i suoi mercatini di Natale, nei quali potete trovare le specialità regionali, i dolci fatti in casa, le decorazioni fatte a mano e diversi tipi di bevande alcoliche. Nei mercatini di Gesù Bambino ci sono bevande per qualsiasi tipo di palato: vin brûlé, sidro brûlé o punch. Non mancano nemmeno le bevande analcoliche, anche se in un mercatino austriaco non sono le più amate ma sicuramente consentite. Per esempio il cosiddetto punsch per bambini, il cui nome implica che si tratti di una bevanda analcolica.


Anche la corona di fiori dell'Avvento più grande del mondo si trova in un mercatino austriaco di Gesù Bambino. Si trova in Stiria nel comune di Mariazell, misura 12 metri di diametro e pesa 6 tonnellate. A differenza delle corone dell'Avvento, che si trovano nelle case della maggior parte delle famiglie austriache, la corona dell'Avvento di Mariazell si basa sulla corona originale dell'Avvento ideata da Wichern e consta di 24 candele invece di sole 4. A Mariazell, ogni giorno, a partire dal 1° dicembre, viene accesa una candela che illumina simbolicamente le buie notti invernali che precedono il Natale. A differenza delle corone dell'Avvento, nella maggior parte delle famiglie austriache, che hanno solo 4 candele, una delle quali viene accesa ogni domenica d'Avvento. Ma perché proprio mercatini di Gesù bambino e non mercatini natalizi?

Gesù bambino o Babbo Natale

I bambini austriaci non credono a Babbo Natale, e a portare i regali qui è Gesù bambino. I desideri vengono scritti in una letterina che viene a prendersi direttamente il bambino Gesù oppure viene spedita all'ufficio postale di Christkindl, paese dell'Alta Austria, che è in contatto diretto con Gesù bambino. Anche se non si può garantire l'esaudimento di tutti i desideri, si può comunque essere sicuri che ogni lettera riceverà una risposta. L'ufficio postale esiste già dal 1950 e ogni anno riceve circa 2 milioni di lettere. Gesù bambino, solitamente raffigurato come un angioletto dai riccioli biondi e le ali, la notte della vigilia di natale (24.12) vola da una casa all'altra portando i doni e a volte anche l'albero di Gesù Bambino (albero di natale) già addobbato. In alcune case, suona un campanellino per avvisare che è arrivata l'ora di scartare i regali. Se non è Gesù bambino a portare l'albero di Natale, questo viene da tradizione preparato la vigilia di Natale e rimane nelle case degli austriaci fino al 2 di febbraio (giorno della Candelora). Ci sono anche delle figure simili a Babbo Natale. Questa infatti viene spesso confusa con altre completamente diverse, tipiche della tradizione austriaca.

San Nicola e i Krampus

In apparenza simile a Babbo Natale, San Nicola arriva in Austria il 6 dicembre e porta una ricompensa ai bambini che durante tutto l'anno sono stati buoni. A differenza di Babbo Natale, però, San Nicola non arriva con le renne, ma sceglie come suoi compagni, figure descritte come metà capra e metà demone. Si chiamano Krampus e, a differenza di San Nicola, fanno visita a quei bambini che non si sono comportati al meglio durante l'anno. Facilmente confondibili con i Krampus sono i cosiddetti "Perchten". Queste creature demoniache scacciano gli spiriti maligni dell'inverno e allo stesso tempo i turisti. Girano per le strade dell'Austria in grandi gruppi, mascherati, muniti di corni, campanelli, fruste e bastoni, senza che nulla e nessuno li possa fermare. (Consiglio: per non svegliarsi il giorno dopo con lividi e botte, è una buona idea nascondersi dietro una carrozzina per bambini o una costosa macchina fotografica). I costumi dei Perchten non sono solo spaventosi, ma vere e proprie opere d'arte. Le maschere del Perchten sono tradizionalmente cucite a mano e spesso costano diverse migliaia di euro. Nelle zone rurali dell'Austria ci sono numerosi gruppi di Perchten, ovvero associazioni che vivono insieme la tradizione e la trasmettono alle generazioni future.

Nel complesso, le tradizioni austriache durante il periodo natalizio e dell'avvento hanno molto in comune con altre usanze occidentali conosciute, anche se con i suoi paesaggi montuosi, la neve, le città illuminate a festa e le persone che si riuniscono per trascorrere le ultime settimane dell'anno, in Austria si respira un'aria particolarmente speciale.

L´Austrian Business Agency augura a Voi e alla Vostra Famiglia di chiudere serenamente quest´anno e iniziare al meglio quello che speriamo sarà un nuovo anno di successo.

Mariella Mickla, BA

Online Communications & Social Media
+43-1-588 58-461 o +43-676-898-590-461
m.mickla@aba.gv.at

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

Un vantaggio molto importante nel momento in cui si decide di operare nei mercati in via di espansione è rappresentato dalla "vicinanza" psicologica" dell'Austria nei confronti dei paesi confinanti.

Ericsson Austria

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

Premio d’investimento COVID-19 per le imprese

Fin dall'inizio della pandemia Coronavirus, in Austria sono stati emanati provvedimenti di aiuto a favore delle aziende in difficoltà e dei tanti lavoratori autonomi o dipendenti che si erano trovati all'improvviso privi di reddito o in difficoltà. Recentemente, il governo austriaco ha presentato un ampio pacchetto di progetti di legge per promuovere l'economia dopo la crisi della COVID 19. Particolarmente degno di nota di nota è il premio d’investimento COVID-19 per le imprese: Per rafforzare la piazza economica austriaca, il governo federale ha deciso infatti un nuovo programma di promozione agli investimenti delle imprese per un valore complessivo di 3 miliardi di euro. Se necessario, questi fondi saranno ulteriormente ampliati.

Digitalizzazione del diritto societario

Il 17 novembre del 2020 è stato imposto il secondo lockdown in Austria, in seguito alle misure di emergenza emesse il 15 novembre per il contenimento dei contagi da Covid-19. Le restrizioni hanno nuovamente confermato agli organi decisionali delle società, nonché a tutti i consulenti, quanto sia indispensabile digitalizzare il diritto societario o implementare le possibilità e le disposizioni già presenti. Nell'era delle nuove tecnologie e dell'intelligenza artificiale, anche il diritto societario austriaco richiede un rinnovamento digitale.

Tutte le news tutti i post del blog