Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Dove la parola ricerca si scrive con la “R” maiuscola.

Il motore dell’economia austriaca dopo il COVID è il 5G

Rapporto sulla mobilità: il 15% della popolazione mondiale vive in un'area raggiunta da una copertura 5G


Secondo il Mobility Report pubblicato da Ericsson a novembre 2020, entro la fine del 2020 si sarebbero raggiunti ben 220 milioni di abbonamenti 5G, che rappresentano il 15% della popolazione mondiale. Le aspettative per il 2026 sono di 3,5 miliardi di utenti 5G attivi, che equivale a circa il 40% di tutti i contratti di telefonia mobile. Si stima pertanto che entro il 2026, circa il 54% di tutti i dati sulle reti mobili sarà trasmesso tramite reti 5G.
Questo significativo aumento sarà guidato da obiettivi strategici nazionali, da un'intensa concorrenza tra provider, e da un'offerta crescente di smartphone 5G sempre più convenienti da parte dei vari fornitori. L'introduzione della tecnologia 5G ha preso piede nel 2020, sia in termini di diffusione della rete, che di dispositivi abilitati al 5G, nonostante l'incertezza causata dalla pandemia. Sono state attivate sempre più reti mobili 5G e più di 100 provider hanno annunciato l'introduzione di servizi 5G commerciali.
È ormai ampiamente riconosciuto che la pandemia da COVID-19 stia accelerando il processo di digitalizzazione. Pertanto, che le connessioni a banda larga nelle case siano veloci ed affidabili, rappresenta un fattore di importanza primaria, creando di conseguenza un forte aumento della domanda. In molti casi, il Fixed Wireless Access (FWA), ovvero una connessione di rete wireless - è la migliore alternativa possibile per i fornitori di servizi, al fine di soddisfare rapidamente tale bisogno.
L'esperienza mondiale di implementazione di soluzioni 5G FWA in aree difficilmente raggiungibili, come alternativa alla costosa costruzione di reti via cavo, è seguita da vicino in molte regioni del mondo. Non è da meno l'Europa, dove i provider stanno introducendo il 5G FWA.
Il lancio di questa tecnologia supporta anche la strategia a banda larga dell'Austria, che è essenzialmente orientata verso la copertura nazionale con connessioni Gigabit entro il 2030 e la copertura capillare della rete 5G entro la fine del 2025.

Analysys Mason: la piattaforma di innovazione 5G può portare all'Austria più di 10 miliardi di euro

Lo studio "5G action plan review for Europe", condotto da Analysys Mason in collaborazione con Qualcomm ed Ericsson, mostra che l´estesa introduzione del 5G in Europa può portare 210 miliardi di euro. Fabbriche intelligenti, agricoltura, periferie e aree rurali avranno il maggiore impatto sul PIL. Tale ritorno potrebbe essere raggiunto con 50 miliardi di euro di investimento e meno di 20 milioni di finanziamento pubblico

Quali benefici può trarne l'Austria? Grazie alla piattaforma di innovazione 5G, il Paese può generare più di 10 miliardi di euro, ponendo l'Austria al terzo posto tra i 30 Paesi europei in termini di reddito netto pro capite. D'altra parte, in Austria si stima un costo di quasi due miliardi di euro per la creazione della piattaforma di innovazione 5G. A trarne maggior beneficio saranno le zone rurali "intelligenti" e le città "intelligenti" (con più di 7,5 miliardi di euro). Guardando ai settori applicativi, le fabbriche intelligenti contribuiranno con quasi 58 miliardi di euro, l'agricoltura con 37 miliardi di euro e le FWA (nelle periferie e zone rurali) con 18 miliardi di euro al netto del PIL in Europa.

Lo studio identifica altresì le aree chiave per le quali sarà necessario un finanziamento pubblico parziale o totale in modo tale da trasformare in realtà i benefici previsti. Questi includono assistenza sanitaria e ospedali, edifici comunali, istruzione, turismo, agricoltura e spazi urbani, così come il trasporto pubblico.

Cybersecurity nell'era del 5G

La velocità del lancio del 5G dipende da una serie di condizioni diverse: la disponibilità delle infrastrutture, un certo clima di innovazione, la richiesta di nuovi esempi di applicazione e, naturalmente, la sicurezza informatica.
La rete 5G è la prima nella storia della comunicazione mobile ad essere progettata secondo l'esigenza delle macchine. Il 5G si sta sviluppando in maniera tale da diventare la spina dorsale dell'economia globale, ma anche delle infrastrutture critiche da cui dipende la sicurezza del Paese. L'importanza del 5G nello sviluppo economico globale solleva anche domande sulla sicurezza nell'implementazione di tale tecnologia.
Il 5G differisce in modo significativo dai precedenti standard di comunicazione mobile. È una tecnologia che deve essere vista come un'infrastruttura critica su cui si basano la digitalizzazione, l'automazione, la comunicazione con macchine e robot, nonché le moderne soluzioni di trasporto, come i veicoli autonomi. Con miliardi di dispositivi connessi e nuovi tipi di applicazioni, le reti devono essere più solide, sicure e e proteggere al meglio il diritto alla privacy di ogni individuo.
Considerazioni specifiche e preoccupazioni per la sicurezza sono piú che comprensibili, poiché abbiamo a che fare con una tecnologia che rivoluzionerà molti aspetti della nostra vita. Allo stesso tempo, il livello di progresso tecnologico rende difficile comprendere il funzionamento di questa tecnologia. Tuttavia, il 5G segna anche l'inizio di una nuova era della sicurezza di rete, ad esempio attraverso l'introduzione della crittografia IMSI. Tutti i dati trasmessi sulla rete wireless 5G sono criptati, protetti contro la perdita di integrità e soggetti a mutua autenticazione. E questa è solo una piccola parte degli standard di sicurezza informatici che verranno implementati nel corso dello sviluppo del 5G.


La sicurezza della rete di telecomunicazioni si basa su 4 pilastri essenziali: la standardizzazione, la progettazione e la configurazione della rete e il modo in cui è implementata e gestita. La costruzione di una rete 5G sicura richiede un approccio che tenga conto di tutti gli aspetti, non solo dei singoli componenti tecnici. Ad esempio, le interazioni tra autenticazione utente, crittografia della trasmissione, mobilità, situazioni di sovraccarico e resilienza della rete, devono essere visti in modo olistico. È altrettanto importante comprendere le minacce rilevanti e contrastarle di conseguenza. Date le interdipendenze tra le diverse aree, è quindi essenziale garantire un'attuazione coordinata e globale delle misure di sicurezza, in un insieme di strumenti comune, così come la loro attuazione a livello globale, nazionale e locale. Per anni, Ericsson è stata coinvolta nello sviluppo di linee guida sulla sicurezza 5G, basate su standard di settore e best practice come 3GPP, GSMA, ETSI e IETF, nonché su toolbox 5G dell'UE.

L'Austria alle soglie del 5G

In Austria, la tecnologia 5G è disponibile da tempo e le bande di frequenza per 700, 1500, 2100 e 3400 - 3800 MHz sono state allocate e ripartite. I dispositivi distribuiti da Ericsson sono già pronti per l'uso nella rete 5G dal 2015. Questo è reso possibile dall'aggiornamento al 5G tramite l'installazione remota del relativo software. Ad oggi, più di 5 milioni di antenne 5G sono state spedite agli operatori di tutto il mondo.


La strategia 5G dell'Austria è stata pubblicata nell'aprile 2018. Il suo obiettivo è il lancio del 5G come standard per la comunicazione mobile con condizioni quadro ottimizzate, nonché lo sviluppo delle opportunità per i cittadini, le imprese, l'industria e la scienza. Nella prima fase di espansione, le prime installazioni di test 5G pre-commerciali sono state implementate entro la metà del 2018. Nella seconda fase di espansione, il lancio della rete 5G è previsto in tutti i capoluoghi. Nella terza fase di espansione, i servizi 5G saranno disponibili su tutte le principali rotte di traffico entro la fine del 2023 e la disponibilità nazionale del 5G è prevista per la fine del 2025.
Ericsson ha una quota di maggioranza nelle reti 4G e 5G ed è leader nella standardizzazione del 5G. Se si tiene conto anche delle dichiarazioni dell'Istituto europeo per gli standard di comunicazione (ETSI) e si applica il filtro di necessità, Ericsson è in prima linea nella corsa ai brevetti 5G. Secondo una ricerca dello studio legale Bird & Bird, Ericsson detiene il maggior numero di brevetti essenziali standard (SEP) relativi alla tecnologia 5G al mondo, con il 15,8%.


Il 5G permette agli operatori di telefonia mobile di migliorare la loro attuale attività con i clienti finali e di sviluppare catene di valore precedentemente non sfruttate, come parte della digitalizzazione di interi settori dell'economia. La tecnologia 5G apre nuove opportunità e crea nuovi ecosistemi. La nostra azienda mantiene una stretta collaborazione con i fornitori di telecomunicazioni in tutto il mondo e ha un gran numero di protocolli d'intesa firmati. Insieme ai nostri partner, stiamo costantemente testando, imparando e spingendo i confini su come il 5G può soddisfare diverse esigenze ora e in futuro.


In qualità di leader nel settore 5G, Ericsson è pronta a supportare tutti gli operatori di rete mobile austriaci nello svolgimento di test pilota e test con 5G, oltre a contribuire a costruire un forte ecosistema composto da imprenditori, industrie, fornitori di servizi, università e start-up per liberare completamente il potenziale del 5G in Austria.

Dipl. Ing. Alexander Sysoev, MBA

Managing Director Ericsson Austria GmbH
+43 1 811 00-0
alexander.sysoev@ericsson.com

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

L'Austria offre le comodità e le infrastrutture delle nazioni industriali occidentali. L'elevata qualità della vita è un vantaggio se si devono trasferire forze de lavoro altamente qualificate da ogni parte del mondo per portarli in una zona strategica.

Coca-Cola Austria

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

Premio d’investimento COVID-19 per le imprese

Fin dall'inizio della pandemia Coronavirus, in Austria sono stati emanati provvedimenti di aiuto a favore delle aziende in difficoltà e dei tanti lavoratori autonomi o dipendenti che si erano trovati all'improvviso privi di reddito o in difficoltà. Recentemente, il governo austriaco ha presentato un ampio pacchetto di progetti di legge per promuovere l'economia dopo la crisi della COVID 19. Particolarmente degno di nota di nota è il premio d’investimento COVID-19 per le imprese: Per rafforzare la piazza economica austriaca, il governo federale ha deciso infatti un nuovo programma di promozione agli investimenti delle imprese per un valore complessivo di 3 miliardi di euro. Se necessario, questi fondi saranno ulteriormente ampliati.

L’Austria in transizione: perché a Vienna lo spazio dei data center è una merce ambita

Il mercato dei data center in Austria, in modo particolare a Vienna, è attualmente in rapida crescita. Nonostante l’attuale superficie totale di ben 5.600 m², il nostro data center Vienna 1 ha già raggiunto il suo limite di capacità. Numerosi clienti, esistenti e potenziali, aspettano con trepidazione l'espansione del centro dati.

Tutte le news tutti i post del blog