Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Dove i profitti crescono alle stelle.

Coronavirus: 23 milioni di euro dal governo austriaco per sostenere la ricerca di farmaci

Margarete Schramböck © Cancelleria Federale

"La ricerca nella lotta contro il virus è lo strumento più efficace per sviluppare rapidamente un vaccino e dei farmaci. Con questa spinta finanziaria, acceleriamo la ricerca e sottoponiamo quanto prima possibile a studi clinici i farmaci già ampiamente sviluppati", afferma la ministra dell'economia Margarete Schramböck. "Nella lotta al coronavirus ogni giorno conta. In questo settore vantiamo in Austria alcuni degli scienziati migliori al mondo. E in questo modo desideriamo sostenere il loro lavoro", spiega così l'iniziativa la ministra per l'ambiente Leonore Gewessler, sostenuta anche dal ministro per la ricerca Heinz Faßmann: "Quale misura accompagnatoria destineremo due milioni di euro alle facoltà di medicina, affinché possano partecipare agli studi clinici insieme alle aziende. L'Austria vanta una solida posizione nel settore delle bioscienze, dalla ricerca di base alla produzione fino alla vendita."

Le domande possono essere presentate alla Österreichische Forschungsförderungsgesellschaft (FFG) (società finanziatrice della ricerca) all'indirizzo www.ffg.at/corona. Per addivenire ad una rapida decisione e consentire una partenza immediata dei progetti, vi sono due scadenze (8 aprile 2020, 11 maggio 2020). Nell'ambito di una procedura accelerata si consente un avvio il più rapido possibile delle attività di ricerca. I fondi possono essere richiesti da imprese aventi sede in Austria, le quali lavorano a principi attivi contro il COVID-19 o agli effetti causati dal coronavirus (ad es. polmonite) e possono partire subito con uno studio clinico (fase I o II). Si finanziano tutti i costi relativi allo studio, ad esempio quelli di personale e materiale per i team dei test. Non è posto alcun limite sui costi di terzi.

"L'Austria è una solida sede per le attività nelle bioscienze e vanta un ampio potenziale di sviluppare rapidamente nuovi principi attivi e di testarli in studi clinici. Con i fondi aggiuntivi sosteniamo i ricercatori e le imprese nella lotta contro il coronavirus", spiegano Henrietta Egerth e Klaus Pseiner, amministratori della Österreichische Forschungsförderungsgesellschaft (FFG).

ASSISTENZA: Per informazioni sui fondi e sulla possibilità di presentare domanda, si rimanda al sito www.ffg.at/corona

Fonte: BMDW

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

Vienna è il fattore trainante per l’innovazione all’interno della nostra impresa e uno dei motori di crescita.

Ottobock Austria

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

Premio d’investimento COVID-19 per le imprese

Fin dall'inizio della pandemia Coronavirus, in Austria sono stati emanati provvedimenti di aiuto a favore delle aziende in difficoltà e dei tanti lavoratori autonomi o dipendenti che si erano trovati all'improvviso privi di reddito o in difficoltà. Recentemente, il governo austriaco ha presentato un ampio pacchetto di progetti di legge per promuovere l'economia dopo la crisi della COVID 19. Particolarmente degno di nota di nota è il premio d’investimento COVID-19 per le imprese: Per rafforzare la piazza economica austriaca, il governo federale ha deciso infatti un nuovo programma di promozione agli investimenti delle imprese per un valore complessivo di 3 miliardi di euro. Se necessario, questi fondi saranno ulteriormente ampliati.

Storia di successo di una start-up viennese: Artivive

La realtà aumentata unisce il mondo reale a quello digitale, rendendo possibile la rappresentazione visiva di una nuova dimensione della realtà. Artivive, a sua volta, è la principale piattaforma artistica di realtà aumentata. Che questa start-up art-tech abbia sede a Vienna è più che plausibile, data la ricca e diversificata storia culturale della città.

Tutte le news tutti i post del blog