Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Dove i profitti crescono alle stelle.

Corona - Cassa integrazione austriaca

Margarete Schramböck © Cancelleria federale

Quali sono i passi da compiere se un'azienda pianifica la cassa integrazione?

1 ° passo: Notifica immediata all'AMS (per telefono o via e-mail) delle difficoltà esistenti dove vengono indicate le seguenti informazioni:

  • Livello di occupazione esatto e durata prevista della cassa integrazione.
  • Numero di dipendenti e apprendisti a cui si intende applicare la cassa integrazione
  • Estensione dell'orario lavorativo dei dipendenti interessati
  • Reddito medio nei rispettivi gruppi di reddito
  • Riduzione massima pianificata delle ore di lavoro

2 ° passo: Comunicazione con il collegio sindacale, se presente

3 ° passo: Accordo tra le parti sociali (camera di commercio e sindacati)

4 ° passo: Presentazione della domanda all'AMS

FAQ:

L'orario di lavoro può essere ridotto a 0 ore?
Durante l'intero periodo, l'orario di lavoro e quindi la retribuzione possono essere ridotti al massimo del 90%. Tuttavia, possono essere concordati anche periodi con un orario di lavoro settimanale pari a 0 ore.

Il dipendente deve consumare tutte le sue ferie e permessi?
Al momento della presentazione della richiesta di sussidio, l'azienda deve dimostrare all'AMS che si è impegnata a utilizzare tutte le ferie e i permessi dei dipendenti. Siccome Il datore di lavoro non può obbligare il dipendente ad utilizzare giorni di ferie o permessi, non deve provare un successo. Se, ad esempio, nelle trattative con il collegio sindacale, non è stato raggiunto un accordo sulla riduzione, ciò non deve comunque danneggiare il datore di lavoro.
Dopo i primi tre mesi, una volta prolungata la cassa integrazione, si deve dimostrare che c'è stato un serio impegno nel consumare le tre settimane di ferie attuali.

Le ferie e i permessi vecchi possono anche essere consumati nel periodo di cassa integrazione. Tuttavia, questi periodi non costituiscono, in linea di massima, ore perse calcolabili. In caso di cassa integrazione Corona, i dipendenti devono consumare le ferie e le ore straordinarie degli anni precedenti, accordandosi con il datore di lavoro. Se la cassa integrazione viene prolungata di altri tre mesi, le ulteriori tre settimane di ferie devono essere consumate. Il pagamento delle ferie è calcolato in base alla retribuzione prima della Cassa integrazione ed è a carico del datore di lavoro.

Quanto denaro riceve il dipendente? A quanto ammontano i tassi di sostituzione netti?
L'indennità della cassa integrazione dell'AMS viene calcolata in base alla retribuzione netta del dipendente prima della cassa integrazione e garantisce un reddito minimo:

  • Fino a € 1.700,- di retribuzione lorda, l'indennità è pari al 90% del precedente stipendio netto.
  • Fino a € 2.685,- di retribuzione lorda, l'indennità è pari all'85% della precedente retribuzione netta.
  • Da € 2.686,- a 5.370,- € di retribuzione lorda, la retribuzione è pari all'80% della precedente retribuzione netta.

L'AMS rimborsa al datore di lavoro fino al massimo di retribuzione lorda sopraindicato. La parte di stipendio che eccede non viene rimborsata.

Il datore di lavoro deve ancora pagare i contributi sociali?
Le tariffe forfettarie AMS includono anche i contributi previdenziali.
Tuttavia, i contributi previdenziali del datore di lavoro si basano sulla retribuzione prima della cassa integrazione. Secondo il nuovo modello di lavoro a orario ridotto, questi contributi verranno pagati anche dall'AMS a partire dal quarto mese.

Quanto velocemente si può concordare la cassa integrazione?
Le parti sociali hanno confermato un accordo entro 48 ore dalla conclusione dei colloqui a livello aziendale (esistenza di un accordo aziendale / accordo individuale firmato).

Quanto dura il periodo di finanziamento?
Inizialmente tre mesi; se necessario, la cassa integrazione può essere prolungata per altri tre mesi.

La sovvenzione può essere richiesta anche retroattivamente?
Sì, la domanda per la cassa integrazione a orario ridotto può essere presentata retroattivamente a partire dal 01.03.2020

Il datore di lavoro può licenziare i dipendenti durante la cassa integrazione (Kurzarbeit)? Per quanto tempo il datore di lavoro deve mantenere il rapporto di lavoro con i dipendenti dopo il periodo di cassa integrazione?
Secondo l'accordo tra le parti sociali, il datore di lavoro è obbligato a mantenere il rapporto di lavoro con i dipendenti durante il periodo di cassa integrazione fino a un mese dopo la fine del periodo di cassa integrazione. In circostanze particolari, devono essere condotte trattative affinché questo periodo venga meno.

Fonte: AMS e BMAFJ

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

Un vantaggio molto importante nel momento in cui si decide di operare nei mercati in via di espansione è rappresentato dalla "vicinanza" psicologica" dell'Austria nei confronti dei paesi confinanti.

Ericsson Austria

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

150 milioni di Euro per salvare le start-up

Margarete Schramböck, la ministra austriaca dell'economia e Leonore Gewessler, la ministra per la protezione del clima e l'innovazione, hanno presentato giovedì mattina, un pacchetto di aiuti volto a sostenere le start-up durante la crisi Corona.

5 motivi per aprire una Startup in Austria

Nel 2019 sono state costituite in Austria quasi 40.000 nuove aziende: di queste, più di 9.000, quindi quasi un quarto, a Vienna, posizionandosi in testa alle altre regioni. Fino a 20 anni fa il numero delle aziende neocostituite era inferiore a 20.000 (secondo i dati della camera di commerico austriaca). È palese che l’Austria attragga sempre più aziende, ma quali sono i motivi per i quali le aziende e le startup scelgono l’Austria come Business Location?

Tutte le news tutti i post del blog