L'Austria: Hotspot per gli headquarter di R&S

L’Austria quale sede di innovazioni vanta risultati eccezionali: il modello di successo dell’Austria crea condizioni ottimali per numerose aziende, quali Baxter, BMW, Bosch, Infineon o Novartis, che riuniscono nella Repubblica alpina i loro centri di R&S e competenze.

Una ricerca di punta, spin-off innovativi, cluster e big player internazionali permettono alle idee elettrizzanti di trasformarsi in prodotti e servizi pronti per il lancio sul mercato. Il sostegno necessario accelera il processo, in quanto la ricerca viene finanziata dallo Stato, l’infrastruttura è presente ed il personale specialistico vanta un’ottima formazione.

Quattro su cinque multinazionali produttrici e circa un quarto degli headquarter regionali praticano dall’Austria attività strategiche di ricerca e sviluppo per i rispettivi gruppi societari. Oltre due terzi delle spese di R&S dell’Austria vanno alle imprese. Lo Stato agevola fiscalmente la ricerca operata nelle aziende e promuove le cooperazioni con l’ambiente scientifico. Per le spese di Ricerca e Sviluppo è possibile richiedere un premio per la ricerca pari al 12 percento (a partire dal 2018 14%).

Per maggiori informazioni sull’argomento, consultare la nostra brochure sugli headquarter (inglese):

Brochure: Headquarters in Austria (inglese) (PDF, 954 kB)