Bosch

I settori di sviluppo spaziano dagli iniettori common rail per i veicoli commerciali e i grandi motori diesel fino all’elettronica di comando per le autovetture.

La spesa per la ricerca è ovviamente alta con 94,2 milioni di euro, pari ad una percentuale di investimento nella ricerca del 17% nel 2013.

Bosch coopera con diverse facoltà e università di scienze applicate quali l’Istituto di automatizzazione e tecnologia della regolazione del TU, l’Università tecnica di Vienna. Da sette anni collaborano per sviluppare ulteriormente idee complesse nell’ambito della tecnologia di regolazione lavorando anche con diplomandi e dottorandi.

www.bosch.at