Utilizzando il nostro sito web acconsentite alla memorizzazione dei cookies sul vostro dispositivo e all'utilizzo di Google Analytics, al fine di ottimizzare il servizio offerto. Per ulteriori informazioni cliccarequi.
Austria.
Dove la parola ricerca si scrive con la “R” maiuscola.

Fare business in Austria: i sette consigli di Austrian Business Agency

Numero 1: Conoscere il mercato locale e la lingua

Costituendo un’impresa in Austria, la conoscenza del tedesco - o perlomeno una buona conoscenza della lingua inglese - da parte dei manager e dipendenti in loco è un requisito fondamentale. Oltre al business plan devono sussistere anche competenze di settore; inoltre è assolutamente necessario essere già in possesso di buone conoscenze sul funzionamento del mercato locale.

Numero 2: Evitare una costituzione frettolosa

Se si costituisce un’impresa in Austria, così come anche in Italia, ad esempio nel mese di dicembre, è obbligatorio presentare il bilancio anche per la fine di tale anno. Per evitare costi superflui, l’effettiva costituzione dell’impresa dovrà avvenire pertanto non prima che sussista un business plan, che si sia in possesso di sufficienti conoscenze di mercato e che l’impresa sia in grado di essere operativa dopo la data di costituzione.

Numero 3: Obbligo della carica di titolare della licenza secondo il diritto aziendale

Diversamente dall’Italia, per ottenere una licenza d’esercizio in Austria, un’impresa necessita obbligatoriamente di un titolare della licenza. Gli imprenditori dovranno informarsi esattamente sulle facoltà decisionali e sugli obblighi di tale figura. Dinanzi all’autorità competente, il titolare risponderà dell’osservanza delle norme di diritto aziendale e delle leggi annesse.

Numero 4: Negoziazione della retribuzione su base annua

In Austria si negozia sulla retribuzione lorda. Se si ha intenzione di assumere dipendenti per un’azienda austriaca, si raccomanda di condurre la trattativa sulla retribuzione con base annua. In Austria i dipendenti ricevono 14 mensilità; la tredicesima e la quattordicesima godono di agevolazioni fiscali.

Numero 5: Comprensione del diritto commerciale austriaco

L’Austria distingue in linea di massima le attività libere e le attività regolamentate. Esse possono essere definite e disciplinate in Austria diversamente rispetto al Paese d’origine. Può accadere, ad esempio, che un’attività ritenuta libera in Italia sia considerata regolamentata in Austria. Per attività regolamentate si intendono le attività che richiedono un certificato di abilitazione, ad es. per una falegnameria, studi tecnici, attività peritali.

Numero 6: Osservanza delle peculiarità del diritto austriaco del lavoro

In qualità di datore di lavoro in Austria è auspicabile conoscere alcune peculiarità del diritto del lavoro, fra cui l’elevata flessibilità nella risoluzione di un rapporto di lavoro. Secondo il diritto del lavoro austriaco il licenziamento da parte del datore di lavoro può avvenire senza indicazione dei motivi.  

Numero 7: Rispetto della dimensione culturale locale

Comprendere e rispettare usi, costumi e competenze della mentalità austriaca avvantaggerà gli imprenditori nell’intraprendere attività di business in Austria.  I partner commerciali austriaci sono meno orientati “all’affare” rispetto, ad esempio, ai colleghi americani o tedeschi, e preferiscono piuttosto costruire un rapporto basato sulla fiducia. Non è molto apprezzata la critica eccessiva nei confronti dell’Austria. Occorre imparare a leggere fra le righe e a riconoscere un “no” o un “sì”, anche se non espresso in maniera esplicita. In Austria, esporre un’opinione in maniera troppo diretta, senza fronzoli, può essere percepito come mancanza di tatto. Inoltre, sono molto apprezzati la puntualità e l’uso corretto degli appellativi. I titoli sono presi sul serio e allo stesso modo utilizzati. Di norma sui biglietti da visita sono riportati tutti i titoli e le funzioni.

Share on Facebook Share on Facebook Share on Twitter Share on Twitter Share on Linkedin Share on Linkedin

Testimonial

Eventi

Venite a trovarci ad eventi, seminari e fiere in tutto il mondo.

Austria Map

Find the perfect location for your company

Nonostante in Austria il costo del lavoro sia più alto, la Siemens di Villaco registra la stessa produttività dei nostri stabilimenti in Giappone e negli USA.

Siemens Austria

Logo
Tutti i testimonial

Novità dall'Austria

Premio d’investimento COVID-19 per le imprese

Fin dall'inizio della pandemia Coronavirus, in Austria sono stati emanati provvedimenti di aiuto a favore delle aziende in difficoltà e dei tanti lavoratori autonomi o dipendenti che si erano trovati all'improvviso privi di reddito o in difficoltà. Recentemente, il governo austriaco ha presentato un ampio pacchetto di progetti di legge per promuovere l'economia dopo la crisi della COVID 19. Particolarmente degno di nota di nota è il premio d’investimento COVID-19 per le imprese: Per rafforzare la piazza economica austriaca, il governo federale ha deciso infatti un nuovo programma di promozione agli investimenti delle imprese per un valore complessivo di 3 miliardi di euro. Se necessario, questi fondi saranno ulteriormente ampliati.

Digitalizzazione del diritto societario

Il 17 novembre del 2020 è stato imposto il secondo lockdown in Austria, in seguito alle misure di emergenza emesse il 15 novembre per il contenimento dei contagi da Covid-19. Le restrizioni hanno nuovamente confermato agli organi decisionali delle società, nonché a tutti i consulenti, quanto sia indispensabile digitalizzare il diritto societario o implementare le possibilità e le disposizioni già presenti. Nell'era delle nuove tecnologie e dell'intelligenza artificiale, anche il diritto societario austriaco richiede un rinnovamento digitale.

Tutte le news tutti i post del blog